Cotral SpA
Sicurezza e Puntualit�
 HOME   L'AZIENDA   INFO PER L'UTENZA   ORARI   AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE   PUBBLICITA'   CONTATTACI 

 Servizi

 Area Business

 Area Stampa

 L' AZIENDA

    Lo Statuto COTRAL SpA

     
 

STATUTO DELLA COTRAL SpA

Articolo 1) DENOMINAZIONE E NATURA GIURIDICA
La società è denominata: "COMPAGNIA TRASPORTI LAZIALI Società per Azioni". Nei rapporti con i terzi potrà anche agire sotto la denominazione abbreviata "CO.TRA.L. S.p.A.".CO.TRA.L S.p.A. è una società per azioni di diritto privato che non fa ricorso al mercato del capitale di rischio a partecipazione integralmente pubblica costituita per la gestione di un servizio pubblico di interesse generale a rilevanza economica, ed è pertanto soggetta alle relative disposizioni. CO.TRA.L. S.p.A. è assoggettata al controllo analogo al fine di poter essere destinataria di affidamenti "in house", secondo le modalità indicate al successivo art. 30 del presente statuto.



Articolo 2) SEDE SOCIALE
La società ha sede nel Comune di Roma.
L’Organo Amministrativo potrà istituire o sopprimere, con osservanza delle disposizioni vigenti, succursali, agenzie, sedi secondarie, dipendenze e rappresentanze.
La direzione della società potrà essere fissata anche fuori della sede sociale.

Articolo 3) OGGETTO SOCIALE
3.1 La società ha per oggetto:
a) la gestione e l’esecuzione del servizio di trasporto pubblico nel territorio regionale del Lazio con qualsiasi modalità;
b) l’esercizio di eventuali prolungamenti e derivazioni del servizio nonché le coincidenze e le interdipendenze con i servizi di zone limitrofe;
c) lo svolgimento di qualsiasi servizio ed attività anche commerciale, funzionale o comunque sussidiaria, correlata, connessa, complementare od affine al servizio di trasporto ed alla mobilità in genere, quali a titolo esemplificativo ma non esaustivo:
1) servizio di noleggio;
2) servizio di trasporto scolastico;
3) servizio di trasporto disabili;
4) servizi di pubblicità sui mezzi e sugli impianti fissi;
5) manutenzione e riparazione di automezzi;
6) impianto e gestione di depositi;
7) progettazione, realizzazione utilizzazione e commercializzazione di sistemi informativi per la mobilità;
8) gestione autostazioni;
9) ogni altra attività connessa e/o afferente alle precedenti;
d) svolgimento di attività amministrative, di studio e ricerca, di progettazione, di formazione e consulenza nel settore del trasporto pubblico ed in generale della mobilità;
e) gestione di reti e di infrastrutture destinate al servizio di trasporto pubblico;
f) gestione di servizi ausiliari della mobilità.
3.2 La società è tenuta a realizzare e gestire la parte prevalente delle attività di cui al comma precedente in favore dei soci.
3.3 La società potrà svolgere attività per conto di persone fisiche, enti pubblici o privati, anche mediante società controllate o collegate o mediante la partecipazione a raggruppamenti di imprese o consorzi purché dette attività non contrastino con la normativa vigente.
3.4 Se conforme a quanto prescritto per il mantenimento del requisito del controllo analogo, nei limiti di cui all’articolo 2361 cod. civ., e nel rispetto dei precedenti commi, la società può acquisire partecipazioni, anche di minoranza in società o imprese aventi oggetto analogo o affine al suo. La società può altresì coordinarsi, consorziarsi e associarsi con altre aziende e/o società per lo svolgimento di singole attività ed, in genere, per il perseguimento dell’oggetto sociale.
3.5 La società può svolgere ogni attività, operazione e prestazione di carattere industriale, commerciale e finanziario; mobiliare ed immobiliare, necessaria o utile per il conseguimento dell’oggetto sociale ad esclusione di tutte quelle attività vietate o comunque riservate dalla presente o futura legislazione a società aventi requisiti diversi dalla presente società.
3.6 La società può contrarre mutui, richiedere fidi, scontare e sottoscrivere effetti sia con istituti pubblici che privati, concedere e ricevere fidejussioni e ipoteche di ogni ordine e grado.
3.7 Per i servizi assegnati e/o affidati in gestione alla società la stessa assicura l’informazione agli utenti e in particolare promuove iniziative per garantire la diffusione e la valorizzazione del trasporto pubblico.
3.8 La società adotta per ciascuna delle attività gestite una "carta di servizio" nella quale sono definiti gli standards di qualità, le informazioni agli utenti-clienti e la valutazione del servizio da parte degli utenti stessi. La società adotta altresì un "Codice Etico o Comportamentale" al quale devono adeguarsi tutti i suoi dipendenti, amministratori e consulenti.
3.9 Tutte le attività poste in essere dalla società devono essere finalizzate al raggiungimento dell’oggetto sociale e organiche agli affidamenti ricevuti. Nella sua azione la società deve sempre essere improntata ai principi di trasparenza, buon andamento, efficacia ed efficienza. La società deve altresì utilizzare l’evidenza pubblica ogni qual volta ciò sia richiesto dalla norma, nonché approvare e adottare i regolamenti di funzionamento confacenti alla sua natura.

Articolo 4) DURATA
La durata della società è fissata sino al 31 dicembre 2050, e potrà essere prorogata con deliberazione dell’Assemblea straordinaria una o più volte.

Articolo 5) - DOMICILIO
Per i rapporti con la società, il domicilio dei soci, degli amministratori, dei sindaci e del revisore è quello che risulta dai libri sociali.

Articolo 6) - CAPITALE E AZIONI
6.1 La società è a capitale interamente pubblico. Il capitale sociale è di Euro 11.043.222,30 ed è diviso in numero 110.432.223 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 0,10 (zero virgola dieci) ciascuna, aventi tutte parità di diritti. Il capitale può essere aumentato anche con conferimenti di crediti e di beni in natura.
6.2 Le azioni sono rappresentate da titoli azionari, sono esclusivamente nominative, sono indivisibili. Ogni azione dà diritto ad un voto. La qualità di azionista comporta di per sé l’adesione al presente statuto.

Articolo 7) OBBLIGAZIONI
La società, con delibera dell’Assemblea straordinaria da assumersi con le maggioranze di cui ai presente statuto, può emettere obbligazioni ordinarie non convertibili nei limiti e con le modalità previste dalla legge.

Articolo 8) PATRIMONI DESTINATI
Su richiesta del socio che ne abbia interesse, deve essere convocata Assemblea straordinaria per costituire patrimoni destinati ad uno specifico affare ai sensi dell’art. 2447 bis e seguenti del Codice Civile quando ciò sia strumentale al miglior perseguimento dell’interesse generale.
Resta ferma la necessità di rispettare il vincolo di destinazione dei finanziamenti pubblici e di somme vincolate conferite dai soci secondo la normativa vigente.

Articolo 9) FINANZIAMENTI
La società potrà acquisire dai soci finanziamenti a titolo oneroso o gratuito, con o senza obbligo di rimborso, nel rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari vigenti.

Articolo 10) CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI
10.1 Le azioni sono liberamente trasferibili esclusivamente a soggetti pubblici e purché con il trasferimento non si alterino le condizioni di controllo analogo e i presupposti necessari per l’affidamento "in house" da parte degli enti partecipanti, salvo in ogni caso il diritto di prelazione degli altri soci all’acquisto delle azioni in proporzione alla propria partecipazione al capitale.
10.2 Il socio che abbia contrattualmente formalizzato la propria determinazione di trasferire ad altri soci o a terzi per atto tra vivi, in tutto o in parte, le proprie azioni, diritti di opzione in caso di aumento del capitale sociale o altri diritti ad ottenere comunque azioni della società deve offrirli contemporaneamente in prelazione a tutti gli altri soci inviando l’offerta per conoscenza anche alla società. L’offerta deve specificare il nome del soggetto o dei soggetti obbligatisi all’acquisto, la residenza il corrispettivo convenuto negozialmente, le condizioni e le modalità di pagamento.
L’offerta è fatta mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento o con altri mezzi che garantiscano la prova dell’avvenuto ricevimento.
10.3 I soci che intendono esercitare il diritto di prelazione debbono, entro trenta giorni dal ricevimento dell’offerta di cui sopra comunicare la loro accettazione al socio offerente e contemporaneamente, per conoscenza, alla società. L’accettazione dell’offerta è fatta mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento o con altri mezzi che garantiscano la prova dell’avvenuto ricevimento e deve contenere l’espressione esplicita ed incondizionata della volontà di acquistare tutte le azioni, obbligazioni non convertibili, diritti di opzione o altri diritti ad ottenere comunque azioni della società offerti, e ciò anche nel caso in cui l’offerta provenga congiuntamente da più soci. Nel caso in cui l’offerta venga accertata da più soci, incluso convenzionalmente tra questi l’eventuale contraente l’acquisto, le azioni, le obbligazioni non convertibili, i diritti di opzione e gli altri diritti ad ottenere comunque azioni della società offerti vengono attribuiti ad essi in proporzione alla rispettiva partecipazione al capitale della società.

Articolo 11) RECESSO DEL SOCIO

11.1 Hanno diritto di recedere i soci che non hanno concorso all’approvazione delle deliberazioni riguardanti:
a) la modifica della clausola dell’oggetto sociale, quando consente un cambiamento significativo dell’attività della società;
b) la trasformazione della società;
c) il trasferimento della sede sociale all’estero;
d) la revoca dello stato di liquidazione;
e) la modifica dei criteri di determinazione del valore dell’azione in caso di recesso;
f) le modificazioni dello statuto concernenti i diritti di voto o di partecipazione;
g) l’eliminazione di una o più cause di recesso previste dal presente statuto;
h) modifiche limitative del controllo analogo;
i) fatti o modifiche idonee a far venire meno l’interesse pubblico del socio a partecipare alla società.
11.2 Non compete il diritto di recesso ai soci che non hanno concorso all’approvazione delle deliberazioni riguardanti la proroga del termine.
11.3 Il socio che intende recedere dalla società deve darne comunicazione all’organo amministrativo mediante lettera raccomandata. La raccomandata deve essere inviata entro sessanta (60) giorni dall’iscrizione nel registro delle imprese della delibera che legittima il recesso, con l’indicazione delle generalità del socio recedente, del domicilio per le comunicazioni inerenti al procedimento, del numero e della categoria delle azioni per le quali il diritto di recesso viene esercitato. Se il fatto che legittima il recesso è diverso da una delibera, esso può essere esercitato non oltre novanta (90) giorni dalla sua conoscenza da parte del socio.
Il recesso si intende esercitato il giorno in cui la comunicazione è pervenuta all’organo amministrativo. Le azioni per le quali è esercitato il diritto di recesso non possono essere cedute e, se smesse, devono essere depositate presso la sede sociale. Dell’esercizio del diritto di recesso deve essere fatta annotazione nel libro dei soci.
Il recesso non può essere esercitato e, se già esercitato, è privo di efficacia se, entro novanta giorni, la società revoca la delibera che lo legittima ovvero se deliberato lo scioglimento della società.
11.4 Il socio ha diritto alla liquidazione delle azioni per le quali esercita il recesso. Il valore delle azioni è determinato dagli amministratori, sentito il parere dell’organo di controllo, tenuto conto della consistenza patrimoniale della società e delle sue prospettive reddituali, nonché dell’eventuale valore di mercato delle azioni. I soci hanno diritto di conoscere la determinazione del valore sopra indicato nei quindici giorni precedenti la data fissata per l’Assemblea. Ciascun socio ha diritto di prendere visione della determinazione di valore di cui sopra e ottenerne copia a sue spese.
Avverso la determinazione del valore i soci possono presentare opposizione in sede assembleare; in tal caso il valore di liquidazione viene determinato entro novanta giorni dall’esercizio del diritto di recesso tramite relazione giurata di un esperto nominato dal Tribunale nella cui circoscrizione ha sede la società, che provvede anche sulle spese, su istanza della parte più diligente. Si applica l’articolo 1349, comma primo c.c..
11.5 Gli amministratori offrono in opzione le azioni del socio recedente agli altri soci in proporzione al numero delle azioni possedute. L’offerta di opzione è depositata presso il registro delle imprese entro quindici giorni dalla determinazione definitiva del valore di liquidazione, prevedendo un termine per l’esercizio del diritto d’opzione non inferiore a trenta giorni dal deposito dell’offerta. Coloro che esercitano il diritto d’opzione, purché ne facciano contestuale richiesta hanno diritto di prelazione nell’acquisto delle azioni che siano rimaste inoptate; le azioni inoptate possono essere collocate dall’organo amministrativo anche presso terzi purché con il collocamento non si alterino le condizioni di controllo analogo e i presupposti necessari per l’affidamento "in house". In caso di mancato collocamento delle azioni, le azioni del socio che ha esercitato il diritto di recesso vengono rimborsate mediante acquisto dalla società utilizzando riserve disponibili anche in deroga a quanto previsto dall’art. 2357, terzo comma, c.c..
Qualora non vi siano utili o riserve disponibili, deve essere convocata l’Assemblea straordinaria per deliberare la riduzione del capitale sociale o lo scioglimento della società. Alla deliberazione di riduzione del capitale sociale si applicano le disposizioni dell’art. 2445, secondo, terzo e quarto comma, c.c.; ove l’opposizione sia accolta la società si scioglie.

 

 
     
     
  torna ad inizio pagina  
Luceverde Controllo a Vista Controllo a Vista
Cotral SpA
Cotral Spa, Sede legale: Via B. Alimena, 105 - 00173 Roma
P. Iva, C. F. e Registro delle Imprese di Roma: 06043731006
Capitale Sociale: € 11.043.222,30 i.v.
Information Technology Cotral