Labro

Una fantastica località del Lazio
che puoi raggiungere con Cotral.

Un paese medioevale su un pendio baciato dal sole, questo è Labro, un gioiello sui monti del reatino. È stato uno dei primi centri storici ad essere oggetto di un moderno restauro dove strutture antiche e funzionalità si integrano grazie ad un architetto belga negli anni '60. Forse per questo è stata scelta da molti nord europei e ha un fascino internazionale.
L’episodio più curioso di Labro è la trasformazione della sala d’armi in chiesa. Il castello faceva parte del Ducato di Spoleto e nel 1498 la famiglia feudataria venne scomunicata da papa Sisto IV per l’uccisione di un sacerdote e il paese venne in parte distrutto. Per farsi revocare la scomunica, la famiglia de’ Nobili dovette costruire una chiesa al posto della grande torre quadrata. Gli atti della scomunica sono tuttora conservati negli archivi del castello.
La famiglia si costruì un nuovo palazzo dove ancora risiedono i discendenti.
Sopra la chiesa, nel resto del castello, è stato ricavato un piccolo teatro Comunale, un gioiello di integrazione fra antico e moderno con il foyer nella piazzetta dell’antico castello.
Da non perdere le manifestazioni estive e la famosa degustazione di “Labro con gusto e arte” e “Calici sotto le stelle”.

  • Cosa Vedere
  • Cosa Mangiare

Cosa Vedere

Il castello Nobili Vitelleschi che si forma su una antica torre di protezione costruita intorno al X secolo DC e trasformata in un palazzo nel Rinascimento. Molto particolare è la Chiesa di Santa Maria Maggiore che è ricavata dalla antica sala d’armi del castello: un ambiente unico coperto da volte a crociera dipinte in tenue colore azzurro. Sopra la chiesa si trova la Cappella del Rosario ornata da affreschi del XVI secolo e un altare dedicato a Santa Caterina.

Cosa Mangiare

In questa area si coltiva un particolare fagiolo di Labro molto tenero e saporito con il quale si preparano zuppe di legumi. Da gustare tutti i salumi e i formaggi che spesso vengono stagionati in grotta. Il piatto caratteristico sono i Pizzicotti, una pasta fatta con acqua e farina con il lievito. Poi si fanno riposare in un luogo asciutto e infine si mettono a cuocere nell’acqua bollente e conditi con sugo di aglio, olio e pomodoro.

Questa sezione è stata realizzata in collaborazione con discoverplaces.travel.